CENNI STORICI

Il percorso socio culturale che portò a convogliare interessi pubblici e privati verso nuove problematiche sociali e l’avvio di una politica per la casa pubblica iniziarono nella seconda metà Ottocento, in stretta connessione con lo sviluppo del porto e dei grandi complessi industriali di Trieste. Qui nel 1902 fu fondato l’ICAM (Istituto Comunale Abitazioni Minime), seguito a ruota negli Anni Venti dagli IACP di Udine, di Gorizia, e di Tolmezzo (Alto Friuli). Con la costituzione della relativa Provincia, nel 1971 fu istituito lo IACP Pordenone.


La Legge Regionale 27 agosto 1999 n. 24, ha successivamente trasformato i preesistenti IACP in Ater.


Con la Legge Regionale 5 dicembre 2013 n. 20 è stato istituito il Sistema Regionale delle Ater di Trieste, Gorizia, Udine, Alto Friuli e Pordenone.

 

Il Legislatore regionale, con Legge Regionale 6 agosto 2019 n. 14, ha apportato delle sostanziali modifiche nell'ordinamento delle aziende e, in particolare, ha avviato il processo che ha condotto alla fusione dell'Ater Alto Friuli con l'Ater di Udine a decorrere dal 01/01/2020.